Cinque artiste femministe sex-positive da conoscere

Signal boost, because emerging feminist artists deserve no less

Al di là del Buco

dbbd12a0-b3d2-0133-39ef-06e18a8a4ae5

di Kristen Sollee (pezzo in lingua originale QUI – traduzione di Antonella)

Uno degli obiettivi centrali del femminismo è quello di combattere la rappresentazione della sessualità femminile per portarla lontano dalle grinfie del controllo patriarcale e spesso l’arte delle femministe sex-positive persegue questo obiettivo in maniera visiva, arrivando là dove la parola scritta o parlata spesso fallisce. Questo tipo di attivismo estetico è perfettamente rappresentato da una nuova mostra alla Dallas Contemporary, Black Sheep Feminism: The Art of Sexual Politics, (Il Femminismo della Pecora Nera: l’Arte della Politica del Sesso), che allestisce il lavoro di quattro artiste che sfidarono lo status quo sessuale negli anni ’70. Joan Semmel, Anita Steckel, Betty Tompkins e Cosey Fanni Tutti: ognuna di loro ha esplorato una esplicita sessualità femminile attraverso diversi percorsi artistici e come risultato tutte incontrarono un certo livello di esclusione dalla comunità artistico/femminista.

View original post 366 more words

Unioni Civili: libertà di coscienza per chi non ha coscienza?

SIGNAL BOOST

Al di là del Buco

2a502f37-99f7-4061-b4d2-f9bca127d0e7

Due mosse politiche pessime, a proposito del voto in favore del ddl sulle Unioni Civili. Il Pd annuncia una mozione contro “l’utero in affitto”, immagino ispirata dai deliri di talune donne di partito, e il M5S parla di libertà di coscienza sull’articolo che parla di step child adoption, l’adozione del figlio da parte del genitore non biologico. L’Italia già vieta l’utero in affitto nella legge 40. Rafforzare questo divieto non capisco cosa voglia dire. Arresteranno le donne che hanno già fatto o che vorranno fare figli, naturalmente gratis, per sorelle, madri, figlie, zie, amiche? Arresteranno quell* (per la maggior parte coppie etero) che hanno già figli grazie alla Gestazione per Altri, ovvero toglieranno i genitori a figli già nati? Dove non c’è scambio di denaro che diritto ha il governo a ficcare il naso nella libera scelta delle persone?

View original post 506 more words

L’istigatore allo stupro e lo scantinato di sua madre

SIGNAL BOOST, perché è stato, è e sarà importantissimo resistere.

Al di là del Buco

Gulabi Gang - India Gulabi Gang – India

Roosh V, dopo aver scritto e diffuso parole che istigano allo stupro, dopo aver affermato che le donne dovrebbero solo fare figli ed essere belle, dopo aver detto che le giornaliste avrebbero potuto intervistarlo solo dopo avergli fatto un pompino, annuncia ora che le iniziative programmate per il 6 febbraio in 43 paesi del mondo, Italia inclusa, sarebbero stati annullati perchè privacy e sicurezza dei partecipanti non sono garantiti. In particolare ci tiene a far sapere che lui avrebbe ricevuto molte minacce di morte, soprattutto da Glasgow, una delle città che avrebbe dovuto ospitare l’evento. Aggiunge poi di aver inserito, solo ieri, un disclaimer, nel suo post sulla legalizzazione dello stupro, in cui dice che sarebbe una roba da ridere, uno scherzo.

View original post 413 more words

Legalizzare lo stupro? Sarà la nostra forza che vi seppellirà!

Troppo importante e ancora troppo maledettamente attuale per non ribloggare. SIGNAL BOOST

Al di là del Buco

gulabi_gang

Bari, Reggio Calabria, Roma. Sono queste le tre città che ospiteranno un raduno di fan del misogino Daryush Valizadeh che, con lo pseudonimo di Roosh V, pubblica e vende libri che parlano di singolari metodi di seduzione e delle maniere in cui un uomo può forzare la donna quando è fragile, puntando sul suo senso di colpa, meglio se si tratta di una ragazza con disordini alimentari, e mai fermarsi ai “No” approfittando della sua ubriachezza.

View original post 1,353 more words