Il 20 Novembre ha la T maiuscola -Giornata Mondiale contro la TransFobia-

Poiché un po’ di signal boosting non fa mai male, ribloggo questo importante articolo:

LA’ DOVE SI AMA NON SCENDE MAI LA NOTTE. Proverbio del Burundi Non viviamo nel migliore dei mondi possibili. Se dovessi trasformare il proverbio qui sopra in realtà, direi che fuori dalla mia…

Source: Il 20 Novembre ha la T maiuscola -Giornata Mondiale contro la TransFobia-

Una lettera pelosa

Signal Boost!!!!

Al di là del Buco

f9b2db2bf71030301efdb6db609907a8

di Emanuela Alessandra Colazzo

Qualche giorno fa ho deciso di scrivere una lettera, era da diverso tempo che ci pensavo su, alla fine mi è venuta l’ispirazione notturna (come al solito) e tac! Scritta e inviata! L’argomento è molto schietto, senza peli sulla lingua ma con peli in altri posti. Se leggete vi prego di condividere, non perché io voglia chi sa quale riconoscimento, ma perché ritengo che su questo tema sia arrivato il momento di non farci prendere più in giro e questo momento era già ieri!

View original post 1,630 more words

Il difetto è (anche) nel manico

Signal Boost!

lafilosofiAmaschiA

cattedra

Le parole che seguono sono scritte da un professore di scuola superiore, un professore di Storia, che le scrive sulla sua bacheca Facebook in modalità pubblica. Chi è non ha alcuna importanza.

Sto spiegando le guerre settecentesche in una quarta. Arriva la bidella con una delle numerose circolari da firmare e da leggere ai ragazzi. Firmo e leggo. Sulla circolare vi è scritto che per decisione del governo, approvata dal parlamento, la giornata del 4 ottobre è divenuta “Giornata delle vittime dell’immigrazione” e che si consiglia a tutti i ragazzi la visione su Rai Tre del film “Fuocoammare” che andrà in onda quella sera. Mi sento profondamente umiliato nella mia professionalità. A ragazzi ai quali cerco di sviluppare desiderio di conoscenza e senso critico sto consigliando (seppure solo come lettore di cose scritte da altri) un misero documentario di propaganda, una schifezza pietistica che deve servire a lavare il cervello…

View original post 673 more words

Ruoli di genere

Come di consueto: signal boost per questo post, perché sì, è ancora importante continuare a specificare quanto spiegato dalla signora Di Rienzo… e lo sarà ancora a lungo.

Lunanuvola's Blog

Oggi faccio un altro po’ la maestrina, anche perché altrimenti le mie amiche (online e offline) a cui l’epiteto è spesso rivolto si sentono sole – per non parlare “della Boldrini”.

mf

Allora, cosa sarà mai questa storia dei ruoli di genere? Gli uomini nascono uomini e le donne nascono donne! Non ci piove: le caratteristiche del sesso, maschile o femminile, sono determinate alla nascita e fuori dal nostro controllo, sono identiche in tutto il mondo e non cambiano a seconda delle epoche storiche. Ci sono numerosi indicatori del sesso, quali gli organi sessuali interni ed esterni, i cromosomi e gli ormoni. (E’ possibile che delle persone nascano con indicatori del sesso che non ricadono chiaramente in una delle due categorie e in questo caso sono chiamate “intersex”: è la I della sigla LGBTI).

Tuttavia, organi sessuali, cromosomi e ormoni non determinano ne’ definiscono quale posto una persona occupa nella società…

View original post 538 more words

Turning to the light

Signal boosting, because this is an important message to keep in mind constantly.

Mortal words

celebrate-954787_1920“I learned something recently,” my friend Wendy said to me during her visit to Australia. “Some things are just big black piles of shit, and they’re everywhere, and sometimes there’s nothing you can do about that, so sometimes you just have to turn your back on it. You have to face the other way. Towards the light.”

We were talking about how much rage we both carry in us, about discrimination and harm in the world, in all its many forms. We’re both prone to shoutiness in this regard. (Actually, we’re as prone to joyful shoutiness as ragey shouting, and I’ll come back to that.)

Wendy is absolutely correct. Many of the things that reduce us to rage and despair and shouting are heaping mounds of stinking, fly-blown ordure. The comment trolls spitting venom online; misogynists making rape threats against women who dare to have a voice; bigots spewing venom…

View original post 957 more words

Book Launched! Now what?

Signal Boosting, because Narrelle is THAT good and I am loving the book! 🙂

Mortal words

Thank you so much to everyone who was able to come to the launch of The Adventure of the Colonial Boy on Wednesday, and to those who sent good wishes, and to everyone who has so far bought the book or plans to do so!

Here are some pictures of the night!

What next?

For me: I’ve just finished updating both this blog site and my Narrelle M Harris site so that there’s less duplication and (I hope) all the links work correctly again.

New writing projects include some new short stories for anthologies coming up, and I’ve started co-writing a new book for Improbable Press!

I’m also working on various publicity ideas to get word out about The Adventure of the Colonial Boy, including encouraging reviews.

Which brings me to what’s next for you.

Can you help with reviews?

Once you’ve read The Adventure of the Colonial Boy

View original post 195 more words

Teoria della donna malata

Troppo vero ed importante per non ribloggare. Partirà pure dal punto di vista della società statunitense, ma non vuol dire che non enunci verità che riguardano anche noi.

Al di là del Buco

Photos by Pamila Payne; Styling, hair and makeup: Myrrhia Rodriguez; Art Direction: Johanna Hedva Photos by Pamila Payne; Styling, hair and makeup: Myrrhia Rodriguez; Art Direction: Johanna Hedva

Da LesBitches:

Testo di Johanna Hedva, pubblicato in originale su Mask Magazine. Traduzione di Feminoska. Grazie a Silvia Rigon per i preziosi consigli.

1.

View original post 5,885 more words